Matia Bazar – Vacanze romane

Vacanze romane

Matia Bazar

YouTube player

Vacanze romane” è una canzone dei Matia Bazar scritta da Giancarlo Golzi e Carlo Marrale, in realtà il testo fu scritto da Aldo Stellita che poi cedette i diritti a Golzi per permettergli di iscriversi in SIAE. Pubblicata nel 1983 nel 45 giri “Vacanze romane/Palestina” e inserito nell’album Tango. Interpretata dalla voce di Antonella Ruggiero accompagnata dagli arrangiamenti stile synth pop del tastierista Mauro Sabbione, è una delle canzoni più note dei Matia Bazar.

Il brano fu presentato al Festival di Sanremo 1983 e, classificatosi al quarto posto, si aggiudicò il Premio della Critica. (Wikipedia)

TESTO

Roma, dove sei? Eri con me
Oggi prigione tu, prigioniera io
Roma, antica città
Ora vecchia realtà
Non ti accorgi di me
E non sai che pena mi fai
Ma piove il cielo sulla città
Tu con il cuore nel fango
L’oro e l’argento, le sale da tè
Paese che non ha più campanelli
Poi, dolce vita che te ne vai
Sul Lungotevere in festa
Concerto di viole e mondanità
Profumo tuo di vacanze romane
Roma bella, tu, le muse tue
Asfalto lucido, “Arrivederci Roma”
Monetina e voilà
C’è chi torna e chi va
La tua parte la fai
Ma non sai che pena mi dai
Greta Garbo di vanità
Tu con il cuore nel fango
L’oro e l’argento, le sale da tè
Paese che non ha più campanelli
Poi, dolce vita che te ne vai
Sulle terrazze del Corso
“Vedova allegra”, maîtresse dei caffè
Profumo tuo di vacanze romane.

DAI UN VOTO A QUESTO VIDEO:

Voto medio: / 5. Conteggio voti:

Lascia un commento