Surfarara (Miners’ song)

Marranzano e voce

Fabio Tricomi (marranzano) e Roberto Bolelli (voce) eseguono una canzone tradizionale delle zolfare siciliane, nella versione registrata nel 1954 da Alan Lomax e Diego Carpitella a Sommatino (CL). Dal concerto finale della prima edizione del Marranzano World Festival al Centro zo, Catania 20 ottobre 2005. Riprese di Luigi Recupero.

Fabio Tricomi (marranzano, jew’s harp) and Roberto bolelli (voice) perform a traditional sicilian miners’ song, in a version recorded in 1954 by Alan Lomax and Diego Carpitella near the sulfur mines of Sommatino (CL). Performance recorded during the final concert of the 1st Marranzano World Festival at the Centro ZO, CAtania 20 ottobre 2005. Video by Luigi Recupero.

TESTO

Mi scuordu, mi scurdà, scurdatu sugnu,
mi scuordu di la stessa vita mia.

Mi scurdavu lu bbeni di ma mamma,
era cchiù dduci, cchiù mègliu di tia.

Mi scurdavu lu bbeni di me patri,
passa lu mari tri bboti pi mmia.

Mi scurdavu l’amici poi a me frati,
di li santi mi scuordu e no di tia.

Surfarara (Miners' song) - Marranzano e voce
Surfarara (Miners’ song) – Marranzano e voce