Soli

Adriano Celentano

Soli“, la title track scritta da Miki Del Prete, Cristiano Minellono e Toto Cutugno, è una delle canzoni più celebri e ricordate del repertorio di Adriano. L’11 Agosto 1978 “Soli” entra nella hit parade dei singoli al n.8. In classifica ci sono “Ricominciamo” di Pappalardo, “Balla” di Umberto Balsamo, “Super superman” di Miguel Bosè e, ai primi due posti, “Tu sei l’unica donna per me” di Alan Sorrenti e “Gloria” di Umberto Tozzi. Lentamente ma inesorabilmente, “Soli” scala la classifica, e dopo quasi due mesi (il 29 Settembre) scavalca Sorrenti e Bosè ed occupa il n.1, dove resterà sino al 3 Novembre. [Fonte: wikipedia, galleriadellacanzone.it]

TESTO

E’ inutile suonare qui non ti aprirà nessuno
il mondo l’abbiam chiuso fuori
con il suo casino
Una bugia coi tuoi
il frigo pieno e poi
un calcio alla tivù
solo io solo tu
E’ inutile chiamare
non risponderà nessuno
il telefono è volato fuori
giù dal quarto piano
era importante sai
pensare un poco a noi
non stiamo insieme mai
ora sì ora qui
Soli
la pelle come un vestito
Soli
mangiando un panino in due
io e te
Soli
le briciole nel letto
Soli
ma stretti un po’ di più
solo io solo tu
Il mondo dietro ai vetri sembra un film senza sonoro
e il tuo pudore amando rende il
corpo tuo più vero
sei bella quando vuoi
bambina donna poi
non mi deludi mai
è così che mi vai
Soli
lasciando la luce accesa
Soli
ma guarda nel cuore chi c’è
io e te
Soli
col tempo che si è fermato
Soli
però finalmente noi
solo noi solo noi
Una bugia coi tuoi
il frigo pieno e poi
un calcio alla tivù
solo io solo tu
Solo tu
Solo tu.