Sant’Antonio Abate

Tradizioni religiose ad Orgosolo

La Festa di S. Antonio Abate (Sant’Antoni de su ohu) ha luogo il 16 Gennaio (“su Pesperu”, ovvero il Vespro) e viene festeggiata accendendo dei fuochi all’aperto nei vari rioni del paese. La legna (generalmente di quercia) viene raccolta dai ragazzini che, nelle settimane che precedono la festa, passano in rassegna le abitazioni del paese chiedendo “su truncheddu pro Sant’Antoni” (il tronchetto per Sant’Antonio). Nella piazza di “Sant’Antoni de su ohu”, viene fatto il fuoco più grande del paese, proprio perché li si trova la chiesa di Sant’Antonio, dove nel primo pomeriggio si svolge la messa in onore del santo. Terminata la messa, le persone escono dalla chiesa e riempiono la piazza mettendosi tutti attorno al fuoco aspettando l’uscita del santo che viene portato in spalla dai fedeli. Come da rituale a questo punto vengono effettuati 3 giri attorno al fuoco con il santo in spalla, quindi il prete benedice il fuoco dando il via cosi ai festeggiamenti. [Fonte: bedandbreakfastorgosolo.it]

Si crede e si dice che la Sardegna sia una zona fra le più conservative in occidente. Ciò non è privo di fondamento, soprattutto per quanto riguarda le feste. Ancora oggi è possibile osservare la singolarità delle feste sarde e coglierne il particolare timbro che hanno rispetto a quelle che si celebrano nei continenti che si affacciano sul Mar Mediterraneo. Il carnevale in Sardegna ha mille volti affascinanti. Quello antico dei suggestivi carnevali barbaricini che rievocano riti misteriosi, danze propiziatorie, o quello vibrante dei carnevali a cavallo, come quello di Oristano. Hanno grande fascino e attrattiva anche le cerimonie del ciclo della Pasqua. Le cerimonie della Settimana santa, essendo feste liturgiche e paraliturgiche, si caratterizzano per le sacre rappresentazioni che in non poche città e paesi sono scandite dalla polivocalità dei canti confraternali e dalle processioni. Contrassegno basilare di questi eventi è la musica tradizionale, espressione ancora oggi assai viva e variegata.

Clicca per votare l'esibizione
[Voti: 0 Media: 0]