Zingara

Iva Zanicchi

Zingara” è la canzone che vinse l’edizione 1969 del Festival di Sanremo. Fu presentata al Festival in doppia esecuzione da Bobby Solo e da Iva Zanicchi. Quest’ultima versione è la più conosciuta anche se quella di Bobby Solo fu prima in classifica in Italia per due settimane.

Zingara, scritta da Enrico Riccardi e Luigi Albertelli, era stata proposta a Gianni Morandi che rifiutò ma volle ugualmente partecipare alla realizzazione del disco suonando la chitarra nell’arrangiamento destinato a Bobby Solo. Il testo ruota attorno al personaggio di una zingara alla quale si chiede, con il celebre imperativo iniziale Prendi questa mano zingara, di leggere nella mano la sorte di un amore.

Come lui stesso ha dichiarato, per il testo di Zingara l’autore Luigi Albertelli si ispirò ad un romanzo di David Herbert Lawrence, “La vergine e lo zingaro”, che lesse nel 1967.

TESTO

Prendi questa mano,
Zingara,
Dimmi pure che destino avrò
Parla del mio amore,
Io non ho paura
Perché
Lo so
Che ormai
Non m’appartiene.

Guarda nei miei occhi,
Zingara
Vedi l’oro dei capelli suoi.
Dimmi se ricambia
Parte del mio amore,
Devi dirlo
Questo
Tocca a te.

Ma se è scritto che
Lo perderò,
Come neve al sole
Si scioglierà
Un amore.

Prendi questa mano,
Zingara

Ma se è scritto che
Lo perderò,
Come neve al sole
Si scioglierà
Un amore.

Prendi questa mano,
Zingara,
Leggi pure che destino avrò
Dimmi che mi ama,
Dammi la speranza,
Solo questo
Conta
Ormai per me.