L’uselin de la comare

Gigi Proietti & Renato Pozzetto

Gigi ProiettiRenato Pozzetto cantano “L’uselin de la comare“. “L’uselin de la comare” (L’uccellino della signora), è una canzone di origine veneta (il testo originale riporta “oselin”) che appartiene alla tradizione popolare delle cosiddette “canzoni da osteria”, resa celebre da Cochi & Renato, ma incisa anche da Nanni Svampa, Enzo Jannacci e altri.

La canzone affonda le radici nelle “canzoni licenziose”, secondo una tradizione che si tramanda dai tempi più antichi, come espressione di erotismo, ma anche trasgressione e forma di irriverenza verso il potere.

TESTO

L’uselin della comare
È volato sulla testa
L’uselin faceva festa

E un po’ più in giù volea volare
L’uselin della comare
E un po’ più in giù volea volare
L’uselin della comare

L’uselin della comare
S’è posato sulle spalle
L’uselin sbattea le balle

E un po’ più in giù volea volare
L’uselin della comare
E un po’ più in giù volea volare
L’uselin della comare

L’uselin della comare
È volato sulle tette
L’uselin sbattea le alette

E un po’ più in giù volea volare
L’uselin della comare
E un po’ più in giù volea volare
L’uselin della comare

L’uselin della comare
S’è posato sui genoci
L’uselin sbatteva i oci

E un po’ più in su dovea volare
L’uselin della comare
E un po’ più in su dovea volare
L’uselin della comare

L’uselin della comare
È volato sulla mona
E sia la volta bona

E proprio li volea volare
L’uselin della comare
E proprio li volea volare
L’uselin della comare
E proprio li volea volare
L’uselin della comare.

Clicca per votare l'esibizione
[Voti: 5 Media: 4]