Vien la primavera

Coro degli Etruschi

Canzone della tradizione popolare Toscana riconducibile ai canti del Maggio.

TESTO

Vien la primavera, fioriscono bei fiori
chi non lavora so’ tutti sfruttatori

Cielo, mare e terra che c’appartiene a tutti
Su compa’ che liberi siam già
che liberi siam già, che liberi siam già!

Viene l’estate che si raccoglie ‘l grano
chi ha lavorato ha lavorato invano

Cielo, mare e terra che c’appartiene a tutti
Su compa’ che liberi siam già
che liberi siam già, che liberi siam già!

Viene l’autunno si raccoglie ‘l granturco
viene ‘l padrone e se lo piglia tutto

Cielo, mare e terra che c’appartiene a tutti
Su compa’ che liberi siam già
che liberi siam già, che liberi siam già!

Viene l’ottobre che si raccoglie l’uva
chi ha lavorato la beve l’acqua pura

Cielo, mare e terra che c’appartiene a tutti
Su compa’ che liberi siam già
che liberi siam già, che liberi siam già!

Viene l’inverno comincia a nevicare
‘l ricco ‘n poltrona, ‘l povero a lavorare

Cielo, mare e terra che c’appartiene a tutti
Su compa’ che liberi siam già
che liberi siam già, che liberi siam già!

Su compa’ che liberi siam già
che liberi siam già, che liberi siam già!