Colascione

Strumento musicale

Saltarello al Calascione - Strumento Musicale

ll Colascione o nel napoletano calascione, è uno strumento musicale tra i più utilizzati nella musica napoletana.

Si tratta di un cordofono dotato di un numero di corde variabile, una sorta di liuto dotato di un manico estremamente lungo (poteva raggiungere i due metri) e di una cassa armonica simile a quella di un mandolino ma di più piccole dimensioni.

Il Calascione – Daniele Sepe e I Bassifondi

Il calascione è uno strumento risalente al XVII secolo, detto anche “tiorba a taccone”, il suo nome, pur ispirandosi allo strumento arabo “tambur”, deriva dal greco “galischan” (piccola cesta). Veniva utilizzato nei complessi per realizzare il cosiddetto “basso continuo”, in accompagnamento alle melodie. La sua lunghezza gli permetteva di avere da 16 a 24 tasti, ed il suono veniva prodotto utilizzando 3 corde. Solo successivamente, nel XVIII secolo, il numero delle corde salì a 5 e a 6.

Il calascione napoletano, più piccolo del Colascione, nonostante fosse uno strumento popolare (Pulcinella è spesso rappresentato con questo strumento), era spesso costruito con legni pregiati e intarsi, con decorazioni in madreperla e avorio.

Tarantella chitarra e colascione – Murcia

Era dotato di 3 corde, almeno lo strumento base, e spaziava dal MI sotto il rigo al RE con taglio in testa. Questo nuovo strumento fu chiamato 1/2 Colascione oppure “Colasciontino” ed infine “Calascione“. Era accordato però un’ottava sopra e compare perfino in un famosissimo brano del seicento napoletano.

Colascione solo

Fonti: amalfinotizie.it, napoligrafia.it, wikipedia.

Clicca per votare l'esibizione
[Voti: 0 Media: 0]