Ciau Turin

Gipo Farassino

Ciau Turin” è una canzone del 1949 degli autori: Lampo (per il testo) e C. A. Prato (per la musica). Io ho scelto la versione fatta da Gipo Farassino negli anni ’60 per accompagnare una serie di bellissime fotografie d’epoca, la maggior parte tratte da cartoline illustrate di inizio ‘900.

TESTO

Ciao Torino, io vado via,
vado lontano a lavorare.
Io non so che cosa sia,
sento il cuore tremolare.

Ciao Torino, mia bella terra,
che tristezza, che pensieri.
Non mi sembra neanche vero
di doverti abbandonare.

Non vedrò più la Mole,
né i tuoi giardini.
E non porterò più
le belle ragazze al Valentino.

Ciao Torino, io vado via,
vado lontano a lavorare,
ma darei la vita mia
per poter presto ritornare.

Stamattina sono arrivati dei documenti,
li ha portati ridendo il postino.
O mia bella città, devo partire
e lasciarti, mia bella Torino.

Non vedrò più la Mole,
né i tuoi giardini.
E non porterò più
le belle ragazze al Valentino.

Ciao Torino, io vado via,
vado lontano a lavorare,
ma darei la vita mia
per poter presto ritornare.