Gli Spadonari di Venaus

Danza delle spade

Nel mese di Febbraio, si può assistere alla danza popolare degli Spadonari di antica origine, che si svolge nel piazzale di fronte alla chiesa parrocchiale.

Sul sagrato della chiesa, gli Spadonari presentano quattro tipi di danze: “punta” (è una danza di saluto, che apre la festa al mattino, gli spadonari puntano per quattro volte le spade in avanti contemporaneamente); “quadri” (è caratterizzata da un inchino, dai tre passi in avanti e dall’incrocio di spade a coppie, e dalla cuià, gesto che ricorda la mietitura); “cuori” (gli spadonari sono disposti a croce, si lanciano e si scambiano le spade, e le incrociano tutti insieme; “salto” (eseguono la figura del girasciabola, saltano, girando completamente su sé stessi).

I costumi sono così costituiti: un vistoso copricapo a fiori ornato di nastri, un corpetto riccamente decorato con damaschi e nastri sopra una camicia e pantaloni sottostanti di colore nero, già testimoniata da immagini di fine XIX secolo.

Alcuni studiosi ipotizzano che incisioni rupestri della Valcenischia (figure di armati di spada), stilisticamente attribuibili alla media età del Ferro, possano far supporre un’origine protostorica di tale danza. (Wikipedia)

Clicca per votare l'esibizione
[Voti: 0 Media: 0]