Quando i sole

Canusìa

La canzone è un insieme di brani raccolti dai Canusìa nei Monti Lepini (LT) tra il 2007 e il 2015 ed è dopo “Mamma mamma damme cento lire il secondo singolo in uscita dall’album “Fiore di Cardo”.

Sono una serie di canti di lavoro, raccolti in unico brano, che le donne braccianti di Sezze (Latina, Lazio) intonavano durante il lungo cammino per giungere sui campi e durante il duro lavoro. Il tema è quello dello sfruttamento del lavoro e della fatica delle tante ore lavorate, il canto spesso veniva iniziato da una donna a cui seguiva la risposta delle compagne. La trama del videoclip musicale riprende l’ emozionante racconto di Bruno Petrianni, uno degli informatori del brano che ascoltava da piccolo nella notte le donne che scendevano in pianura passando sotto la sua casa. I canti si confondevano con i suoi sogni e come da un sogno ha ricordato un verso della canzone.

Nel videoclip l’uomo che si affaccia alla finestra è un depositario della musica popolare dei Monti Lepini. Il violinista Francesco Aresu il suonatore del celebre “Saltarello di Priverno“. Rossana Noimi di Bassiano (LT) e Teresa Cavaricci di Sezze (LT) sono le altre informatrici del brano. Il lavoro di rielaborazione dei Canusìa ha riguardato l’arrangiamento strumentale ma non ha operato modifiche sulla melodia vocale e sul testo. Alla registrazione della canzone hanno collaborato: Gianni Perilli il noto suonatore di ciaramella che ha lavorato negli anni con Eugenio Bennato, Tullio De Piscopo, Pino Daniele, Ennio Morricone, Peppe Barra e tanti altri; Alessandro Pieravanti percussionista del noto gruppo romano “il Muro del Canto”; Armando Cacciotti zampogna e organetto del gruppo lepino dei Popularia; Silvino D’Amico alla fisarmonica.

Il brano è stato registrato nel 2015 presso lo Snakes Studio (Roma) e presso lo ZDB Studio di Sermoneta (LT), il missaggio e il mastering è stato curato da Paolo Panella di Altipiani Studio.

I Canusìa sono:

Anna Maria Giorgi: voce, timpano, tamburello, tituella, flauto dolce, kazoo, Mauro D’Addia: voce, chitarra classica, chitarra acustica, loop station.

www.canusia.it

Clicca per votare l'esibizione
[Voti: 0 Media: 0]