Il tempo se ne va

Adriano Celentano

Il tempo se ne va”  nasce da un’idea balenata a Toto Cutugno quando, durante un incontro di lavoro a casa del Molleggiato, assiste a un breve battibecco tra il cantante e la figlia quattordicenne Rosita. Le fattezze e gli atteggiamenti della ragazzina lasciano chiaramente intendere che il tempo delle bambole per lei è definitivamente trascorso. Nello sguardo di Adriano il collega scorge quella malinconia mista ad apprensione che un po’ tutti provano quando i figli attraversano il delicato periodo dell’adolescenza.

LYRICS

Quel vestito da dove è sbucato?
Che impressione vederlo indossato.
Se ti vede tua madre, lo sai,
questa sera finiamo nei guai.
È strano ma sei proprio tu,
quattordici anni o un po’ di più.
La tua Barbie è da un po’ che non l’hai
e il tuo passo è da donna oramai.

Al telefono è sempre segreto
quante cose in un filo di fiato,
e vorrei domandarti chi è,
ma lo so che hai vergogna di me.
La porta chiusa male e tu
lo specchio il trucco e il seno in su,
e tra poco la sera uscirai
quelle sere non dormirò mai.

E intanto il tempo se ne va
e non ti senti più bambina.
Si cresce in fretta alla tua età,
non me ne sono accorto prima.
E intanto il tempo se ne va
tra i sogni e le preoccupazioni.
Le calze a rete han preso già
il posto dei calzettoni.

Farsi donne è più che normale
ma una figlia è una cosa speciale.
Il ragazzo magari ce l’hai
qualche volta hai già pianto per lui.
La gonna un po’ corta e poi
malizia in certi gesti tuoi,
e tra poco la sera uscirai
quelle sere non dormirò mai.

E intanto il tempo se ne va
e non ti senti più bambina.
Si cresce in fretta alla tua età
non me ne sono accorto prima.
E intanto il tempo se ne va
tra i sogni e le preoccupazioni.
Le calze a rete han preso già
il posto dei calzettoni.
Nananananananana…

Adriano Celentano
Adriano Celentano – Il tempo se ne va
Clicca per votare l'esibizione
[Voti: 0 Media: 0]