Vialfrè

Tradizioni e Stornelli Marchigiani

VialfrèTradizioni e Stornelli Marchigiani. Grand Bal Trad 2014 – Stornelli e Tradizioni marchigiane di Lucanero e Meo produzione a cura di Piero Frattari.

Il repertorio di stornelli a saltarello è pressoché infinito, anche perché basato, nell’esecuzione e nella improvvisazione. Esistono stornelli ormai codificati e trasversali nella tradizione orale e rappresentano un repertorio condiviso. Proponiamo anche un esempio: la raccolta di Oreste Marcovaldi 1855 in Canti Popolari Inediti, Umbri, Liguri, Piceni, Piemontesi, Latini.

“Sète più bianca voi che non la carta;
dalle bellezze me fate morire.
Vado per mare como fa la barca,
porto per porto mi fate venire:
E me fate venì porto per porto

Dite se me volete vivo oppure morto.
Se me volete morto voi m’avrete,
ma meglio vivo ve ce spasserete.

Quando nascesti tu nacque bellezza
Spuntò lu tulipano a mezzo all’acqua;
lo sole s’arrestò pe’ l’allegrezza.”

Clicca per votare l'esibizione
[Voti: 0 Media: 0]