Gli innamorati

Umberto Tozzi

Gli innamorati/Gli altri siamo noi” è un 45 giri del cantautore italiano Umberto Tozzi, pubblicato nel 1991.

Sia “Gli altri siamo noi” (che ha partecipato al Festival di Sanremo nel 1991) che “Gli innamorati” appartengono all’album “Gli altri siamo noi” del 1991.

TESTO

Innamorati, innamorati, innamorati
Innamorati, innamorati
Nelle terrazze d’estate al blu
Bevendo notte e felicità
Convinti di non morire più
Nei lunghi inverni delle città
Il mondo chiudono con la zip
Carte di credito a fantasia
E se ne fregano della SIP
L’amore è anche telepatia
Gli innamorati con piccoli voli
Galleggiano un metro più sù
E della vita si mangiano il miele
E a noi non ne lasciano più
Magari piangono in fondo a un film
E poi si picchiano per la via
O al buio lottano con i jeans
Giocando il sesso con allegria
Gli innamorati si inventano il sole
Nei freddi grappini di un bar
Ladri sfacciati di baci e parole
Che scappano dalla realtà
Eppure gli innamorati ci sembrano strani
Ma lo siamo stati anche noi
Bianchi sui prati a migliaia di mani
E adesso non voglio e non vuoi
Innamorati senza pietà
Come la figlia del paradiso
Con le tue ciglia voltate in là
Dietro un sorriso che se ne va (se ne va )
Ma ma ma ma ma
I grandi amori non vanno via
Come le macchie di eternità
Lo credi tu che non sei più mia
Con le tue ciglia voltate in là
Gli innamorati lo sono per sempre
E ancora lo siamo io e te
Come poeti di fine settembre
Un po’ ci sentiamo Prevert
Oh, gli innamorati non lasciano ombre
Le tengono ognuno per sé
Gli innamorati lo sono per sempre
E ancora lo siamo io e te
Io e te (innamorati, innamorati, innamorati)
Io e te sì (innamorati, innamorati, innamorati)
Io e te (innamorati, innamorati, innamorati)
Io e te sì (innamorati, innamorati, innamorati)
Io e te, sì io e te.

Clicca per votare l'esibizione
[Voti: 0 Media: 0]