Cu Trenta Carrini

Rosario Muscarà & Giovanni Galluccio

Rosario Muscarà & Giovanni Galluccio in “Cu Trenta Carrini“. Musica tradizionale dalla Calabria.

TESTO

Cu’ trenta carrini m’accattai na vigna
mi l’accattai sopra na montagna
cui si scippò lo graspu e cui la vigna
povera vigna mia lavora e magna,
povera vita mia lavora e magna.

Tanta e tantu me pari un castello
cridennu ch’era ieu lu castillanu
ma dopo fatto priziusu e bellu
le chiavi mi spariru, bella, di li mani.

Titititititititititu

Stanotte ci su statu,
dumani notti puru,
nun minni vaiu mancu
si mi portano allu scuru.

Stanotte ci su statu
a durmì suttu u cavallu
nun minni vaiu mancu
si m’arresta u marisciallu.

Stanotte ci su statu
de cava cinque giorna
nun minni vaiu mancu
si mi spuntano li corna.

Lu ziu miu da mari
ca vurria la barba fatta
ma in mancanza di sapuni
si fice cu brodo di maccaruni.

Stanotte ci su statu,
dumani notti puru,
nun minni vaiu mancu
si mi portano allu scuru.

Clicca per votare l'esibizione
[Voti: 4 Media: 4]