Mamma mia dammi cento lire

Le Mondine

Le Mondine cantano “Mamma mia dammi cento lire” (Video Ufficiale).

Il progetto “Le Mondine” nasce da un’idea della FONOLA DISCHI di Milano, una delle più antiche case discografiche ( fondata nel 1930) e la più importante per distribuzione in Italia, se non l’unica, di musica da ballo e della tradizione popolare italiana. L’idea è stata quella di affidare ad un trio vocale femminile l’interpretazione delle canzoni folkloristiche popolari italiane e della cultura contadina. Questo trio vocale è composto da: Letizia Borgaro, Barbara Leva e Giulia Zingales.

Conosciutissima e diffusissima in tutta l’Italia settentrionale, questa canzone è l’adattamento al tema dell’emigrazione di una ballata assai nota, di solito pubblicata come “La maledizione della madre”. Nella ballata la madre non vuole che la figlia sposi il re di Francia (o altro personaggio), la figlia disobbedisce e muore attraversando a cavallo un corso d’acqua. “Mamma mia dammi cento lire” si riferisce alle migrazioni dei contadini settentrionali verso l’America meridionale assai più che verso quella settentrionale (che attrasse successivamente, la migrazione meridionale), nella seconda metà del secolo scorso.

TESTO

Mamma mia dammi cento lire
che in America voglio andar!
Cento lire io te le do
ma in America no, no, no!
Cento lire io te le do
ma in America no, no, no!

I suoi fratelli alla finestra:
Mamma mia lassela andar!
Vai, vai pure o figlia ingrata
che qualcosa succederà!
Vai, vai pure o figlia ingrata
che qualcosa succederà!

Quando furono in mezzo al mare,
il bastimento si sprofondò!
Pescatore che peschi i pesci,
la mia figlia vai tu a pescar!
Pescatore che peschi i pesci,
la mia figlia vai tu a pescar!

Il mio sangue è rosso e fino,
i pesci del mare lo beveran!
La mia carne è bianca e pura,
la balena la mangerà!
La mia carne è bianca e pura,
la balena la mangerà!

Il consiglio della mia mamma
l’era tutta la verità,
mentre quello dei miei fratelli
resta quello che m’ha ingannà!
Mentre quello dei miei fratelli
resta quello che m’ha ingannà!

Il consiglio della mia mamma
l’era tutta la verità,
mentre quello dei miei fratelli
resta quello che m’ha ingannà!
Mentre quello dei miei fratelli
resta quello che m’ha ingannà!

Mentre quello dei miei fratelli
resta quello che m’ha ingannà!
Mentre quello dei miei fratelli
resta quello che m’ha ingannà!

Clicca per votare l'esibizione
[Voti: 5 Media: 4.6]