Core ‘Ngrato

Il Volo

Core ‘ngrato è una canzone classica napoletana, il cui testo fu scritto nel 1911 dall’emigrato calabrese Riccardo Cordiferro, pseudonimo di Alessandro Sisca, nato a San Pietro in Guarano (CS) (dove il padre, Francesco Sisca, era impiegato presso il Municipio), trasferitosi per terminare gli studi a Napoli, città d’origine della madre Emilia Cristarelli, e successivamente emigrato a New York. La canzone fu musicata da Salvatore Cardillo. (Wikipedia).

TESTO

Catari, Catari,
pecch me dici sti parole amare,
pecch me parle e ‘o core
me turmiento Catari?
Num te scurd ca t’aggio date ‘o core, Catari
nun te scurd!
Catari, Catari, che vene a dicere
stu parl, che me d spaseme?
Tu nun ‘nce pienze a stu dulore mio
Tu num ‘nce pienze tu nun te ne cura
Core, core ‘ngrato
t’aie pigliato ‘a vita mia.
Tutt’ passato
e nun’nce pienze cchi!
Catari, Catari,
tu nun ‘o saie ca’nfin’int’ a na chiesa
io so’ trasuto e aggio priato a Dio, Catari.
E l’aggio ditto pure a ‘o cunfessore:
I’ sto a fuffr
pe’ chella ll!
Sto a suffr,
sto a suffr, nun se po’ credere,
sto a suffr tutte li strazie!
E ‘o cunfessore ch’ persona santa,
M’ha ditto: Figlio mio, lassala sta’, lassala sta’.
Core, core ‘ngrato
t’ aie pigliato ‘a vita mia.
Tutt’ passato
e nun’nce pienze cchi!