L’oselin de la comare

Valmor Marasca

Brano malizioso e a doppio senso, un classico.
Qui la versione a Valzer di Valmor Marasca, del più noto “Uselin de la comare“.

TESTO


L’oselin de la comare
l’oselin volea volare
si è posato su la testa
l’oselin faseva festa

Ma un po’ più giù volea volare
l’oselin de la comare
ma un po’ più giù volea volare
l’oselin de la comare

L’oselin de la comare
l’oselin volea volare
si è posato su le tete
l’oselin batea le alete;

Ma un po’ più giù volea volare
l’oselin de la comare
ma un po’ più giù volea volare
l’oselin de la comare

L’oselin de la comare
l’oselin volea volare
si è posato su la panza
l’oselin senza creanza;

Ma un po’ più giù volea volare
l’oselin de la comare
ma un po’ più giù volea volare
l’oselin de la comare

L’oselin de la comare
l’oselin volea volare
si è posato su i zenoci
l’oselin sbateva i oci;

Ma un po’ più su volea volare
l’oselin de la comare
ma un po’ più su volea volare
l’oselin de la comare

L’oselin de la comare
l’oselin volea volare
si è posato su la figa
l’oselin fasea fadiga

e in su e in giù prese a volare
l’oselin de la comare
e in su e in giù prese a volare
l’oselin de la comare.