Mamà chi tempu fa a lu paisi

Rosa Balistreri

Rosa Balistreri (Licata, 21 marzo 1927 – Palermo, 20 settembre 1990) è stata una cantante e cantastorie italiana. (Wikipedia)

Rosa Balistreri nacque a Licata da una famiglia molto povera: il padre Emanuele era un falegname geloso, violento, amante del gioco e del vino; la madre Vincenza Gibaldi era una donna buona e semplice; aveva due sorelle e un fratello invalido. Aiutava il padre, faceva la domestica nelle case dei benestanti, lavorava al mercato per la conservazione del pesce o spigolava i campi di grano. Cantava per sfogare la rabbia. Il timbro forte ed originale della voce le consentì in seguito di interpretare le canzoni popolari siciliane con un tono fortemente drammatico esprimendo il senso di povertà e orgoglio della sua terra.

TESTO:

Mamà, chı tempu fa a lu paìsi?
Ccà chiovi, chiovi e nun scampa mai
Ti vogghiu diri ca su’ quattru misi
ca chiovi, chiovi e ‘un ci ha finisci cchiù

Mamà, quannu ci pensu
t’haju davant’ a l’occhi siddiata
iu cca ‘un ci stassi mancu ‘na jurnata:
scappu di cursa e mi nni vaju di ccà…

..a cògghiri lu suli, chiddu ca m’ha mancatu
quannu sugnu arrivatu mi l’haju a strìnciri ccà.

Chistu è lu pani, mamà
ca s’ha a scuttari accussì
picchì ‘sta genti di ccà
ca nun ti dici cu si,

chistu è lu pani, mamà!
ca s’ha a scuttari accussì!
picchì ‘sta genti di ccà
ca nun ti dici.. cu si…

Rosa Balistreri – Mamà chi tempu fa a lu paisi