Ricette & Tradizioni – Guanti Caleni

Guanti Caleni
Guanti Caleni

I Guanti Caleni sono un dolce tipico Campano. Non si vendono in pasticceria né al supermercato. Ma sono così buoni speciali che in poco tempo hanno fatto e continuano a fare il giro del mondo, grazie anche all’interesse che Nigella Lawson e Sonia Peronaci hanno mostrato per questo dolce.

Leggero e soffice, bucato all’interno, ricoperto di una montagna di zucchero a velo. Mangiatelo caldo, caldissimo. Vi ammalierà. Oppure freddo, magari spalmato di Nutella o marmellata. O ancora riscaldatelo per pochi secondi nel microonde e riacquisterà tutta la sua fragranza e sofficità.

Ingredienti:

 Zucchero A Velo
1 kg Farina 00
125 g Latte Scremato
60 g Liquore All’anice
1 pizzico Sale
1 bustina Lievito In Polvere Per Dolci
7 Uova
120 g Zucchero
50 g Olio Di Semi
2 Limoni
2 bustine Vanillina
2 l Olio Di Semi Di Arachide

Cottura: 20 minuti

Porzioni: 16 pezzi

I GUANTI CELANI, una ricetta tradizionale del Casertano:

Montare le uova (a temperatura ambiente) con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso che abbia triplicato il proprio volume. Aggiungere la buccia di limone grattugiata, la vanillina, l’olio e il latte e montare ancora un po’. Incorporare circa 200 g di farina ed iniziare a lavorare il composto (a mano oppure con il gancio della planetaria). Aggiungere il liquore all’anice, il lievito istantaneo per dolci ed altri 200 g di farina ed impastare ancora. Poco per volta, aggiungere altra farina. In tutto, bisognerà aggiungere 950 g di farina. La restante parte di farina servirà per il tavolo di lavoro. Passare quindi l’impasto sul tavolo di lavoro spolverato di farina e continuare a lavorarlo per qualche minuto fino a che non sarà bello elastico. Se necessario, aggiungere altri 20-30 g di farina.

Coprire con un canovaccio pulito l’impasto così ottenuto e farlo riposare per 60 minuti.

Infarinare bene il piano di lavoro, stendervi un pezzetto di impasto con il matterello in una sfoglia di circa 2 mm di spessore. Tagliare la sfoglia in tanti rettangoli delle dimensioni di circa 22X8 centimetri. Con la punta del coltello fare dei taglietti sui lati più lunghi di ciascun rettangolo.

Ciascun rettangolo va poi piegato a metà nel senso della lunghezza (ottenendo un nuovo rettangolo di 20×4 cm).Chiudere quindi ciascun rettangolo a forma di ciambella chiudendo bene le estremità bagnandole con un goccio di acqua per sigillarle bene.

Friggere un guanto caleno per volta in una pentola ampia dai bordi alti in cui si sarà preriscaldato dell’olio di semi di arachidi (oppure di girasole).

Quando il guanto sarà dorato passarlo su un vassoio ricoperto di carta assorbente e passare alla cottura del guanto successivo.

Quando i guanti caleni si saranno intiepiditi, passarli in abbondante zucchero a velo in modo da rivestirli completamente di zucchero.

Buon appetito :)

Fonte: blog.giallozafferano.it

 

 

Clicca per votare l'esibizione
[Voti: 0 Media: 0]