Ricette & Tradizioni – Carciofi alla giudia

Carciofi alla Giudia - Lazio
Carciofi alla Giudia – Lazio

I Carciofi alla giudia, una ricetta sfiziosa per gustare il carciofo fritto, spesso confusi con un’altra preparazione altrettanto famosa: i carciofi alla romana cotti in tegame.

Ingredienti per 4 persone: 

Carciofi mammole 4

Olio di semi per friggere

Sale fino.

Ecco la procedura per l’autentico “Carciofo alla giudia“:

Cominciate dalla pulizia delle mammole: staccate la parte finale del gambo, quella più dura  e poi eliminate la parte esterna più coriacea del gambo rimasto dalla parte tagliata alla base del carciofo. Scartate le foglie più esterne fino a raggiungere quelle che alla base hanno un colore più chiaro.

Aprite bene le foglie, una volta che il carciofo si sarà aperto come un fiore potrete procedere. Mettete a scaldare dell’olio di semi in un pentolino, la quantità sufficiente affinché soltanto la testa dei carciofi venga immersa. Scaldatelo fino a 170°.  Quindi immergete il primo carciofo.

Prendete le pinze da cucina e mentre il carciofo frigge, premete il carciofo man a mano sul fondo prendendolo per il gambo; ci vorranno circa 6-7 minuti di cottura. In questo modo il fiore manterrà la sua forma. Verso la fine della cottura rigiratelo sul fianco per consentire anche al gambo di cuocere e poi scolatelo. Ecco pronto il primo da scolare su carta per fritti; continuate così con tutti gli altri e una volta pronti i carciofi alla giudia non dimenticate il sale.

Si consiglia di consumare subito i carciofi alla giudia.

Fonte: ricette.giallozafferano.it

Clicca per votare l'esibizione
[Voti: 0 Media: 0]