Oh Nero Nero – Canto Popolare Calabrese + Testo

Oh Nero Nero

Canto Popolare Calabrese

YouTube player

TESTO

Oh Nero Nero dove che vai,
oh traditore della vita mia,
hai rovinato la vita mia e il nostro amore non ritorna più,
hai rovinato la vita mia e il nostro amore non ritorna più.

Hai rovinato i miei fratelli,
hai rovinato le mie sorelle,
erano ricci, erano belli e il nostro amore non ritorna più,
erano ricci, erano belli e il nostro amore non ritorna più.

Ero seduto sul ponticello,
ero vicino alla casa mia,
presi un caffè dalla Lucia, trovai una squadra che mi arrestò,
presi un caffè dalla Lucia, trovai una squadra che mi arrestò.

Chi mi ha arrestato era un vero amico,
e che di nome si chiamava Nero,
lo ritenevo che era sincero, però quel vile mi rovinò,
lo ritenevo che era sincero, però quel vile mi rovinò.

Mi ha rovinato per uno scopo,
ma per rapire la mia bella,
ma se io esco di questa cella, la mia vandetta ma poi farò,
ma se io esco di questa cella, la mia vendetta ma poi farò.

Ma la vandetta fu sacra e santa,
e con tre colpi di pugnale,
io l’ho mandato all’ospedale e stai sicuro che non esce più,
io l’ho mandato all’ospedale e stai sicuro che non esce più.

Si fici causa allu Tribunali,
la Mamma mia era già presenti,
e chiddu ‘nfamu du Presidenti a vintunanni mi cunddano’ (X2).

Ma io non chiaggiu li vintunanni,
e nenti e pocu la mi gioventù,
ma chiaggiu vecchia la Mamma mia,
ca illa more e non la viju ‘cchù (X2).

Lascia un commento