Oci Ciornie

Gentile Nicola alla fisarmonica

Occhi neri” (russo Очи чёрные, Oči čёrnye (da pronunciare Oci ciornie); inglese: Black eyes; francese: Les yeux noirs) è una canzone popolare russa.

Il testo della canzone fu scritto dal poeta e scrittore ucraino Èvgen Pavlovič Hrebinka (1812-1848). La prima pubblicazione della poesia fu nella rivista “Literaturnaja gazeta” il 17 gennaio 1843.

TESTO

Oči čёrnye

Oči čёrnye, oči strastnye,
oči žgučie i prekrasnye,
kak ljublju ja vas, kak bojus’ ja vas,
znat’ uvidel vas ja v nedobryj čas.

Och, nedarom vy glubiny temnej!
Vižu traur v vas po duše moej,
vižu plamja v vas ja pobednoe:
sožženo na nem serdce bednoe

No ne grusten ja, ne pečalen ja,
utešitel’na mne sud’ba moja:
Vsё, čto lučšego v žizni bog dal nam,
v žertvu otdal ja ognevym glazam!

TRADUZIONE

Occhi neri

Occhi neri, occhi appassionati
occhi infuocati e bellissimi,
quanto vi amo, quanto vi temo,
di sicuro, vi ho scorto in un momento sfortunato.

Oh, non per nulla siete più scuri degli abissi!
Vedo in lutto il mio cuore in voi,
vedo una fiamma trionfante in voi:
un povero cuore immolato in esso.

Ma io non sono triste, non sono addolorato,
la mia sorte mi è di conforto:
Tutto ciò che è meglio in vita, Dio ci ha dato,
in sacrificio ritornerò ai focosi occhi!