E l’alegrie ‘a è dai zovins

Mons Lucio Soravito

Un brillante momento del pranzo del coro dopo la celebrazione in Duomo a Milano 2016. Mons Lucio Soravito, Vescovo emerito di Rovigo, impegnato in villotte con la fisarmonica e i cantori presenti…

TESTO

E la ligrie e je dai zovins
e no dai vecjos maridâts

E l’an piardûde biel lânt a messe
in chel dì che son sposâts

E cjolmi me, cjolmi ninine
che jo ti doi di mangjâ ben

E a misdì ti doi uainis
e a la sere cuntun lên

E sù pes scjalis jo no ti tocji
ma in tal jêt in mans a mi

E ghitti ghitti biel sot la plete
e fin chè il muini a sune il dî

TRADUZIONE

E l’allegria è dei giovani
e non dei vecchi sposati

Loro l’hanno persa andando a messa
il giorno che si sono sposati

E prendi me, prendimi cara
che io ti dò da mangiare bene

E a mezzogiorno ti dò tegoline
e alla sera con un legno

E lungo le scale io non ti tocco
ma nel letto fra le mie mani

E “ghitti ghitti” sotto la coperta
finchè il sacrestano suona il giorno.

Clicca per votare l'esibizione
[Voti: 1 Media: 5]