La Scottish

Danza tradizionale di coppia

Scottis - Danza popolare
La Scottish è una danza tradizionale di coppia, in 2/4, diffusa in tutta l’Europa.

Compare in Francia verso il diciannovesimo secolo, forse originaria dell’Inghilterra o dalla Germania. Secondo alcuni ricercatori è stata introdotta nel 1848 in Inghilterra sotto il nome di Polka tedesca e poi rinominata “Scottish” agli inizi della Prima guerra mondiale per evitare il riferimento alla Germania. L’etimologia del nome fa riferimento a “scottischer” ossia passo scozzese.

Lo ScottisGruppo folk San Pantaleo

Come si balla La Scottish

Si esegue in coppia ed è ballata in moltissime varianti. Lo schema più comune si evolve in tre parti:

  • I ballerini fanno un passo di polka (ovvero due passi con una sospensione) partendo con il piede sinistro per il cavaliere (destro per la dama)
  • Un passo di polka nell’altro senso partendo di piede destro per l’uomo
  • Quattro passi girando in senso orario.

Questo schema ha una infinita serie di varianti, con la coppia legata o con i danzatori sciolti, che vengono scelte, e a volte inventate, dai danzatori. Ve ne sono molte varianti, secondo i paesi che la ballano, anche se la tendenza odierna è quella di mescolare gli stili.

BALFOLK – Scottish

Quanto alle varianti regionali italiane, si citano qui alcuni esempi tipo la scottish di Gallura (Sardegna) e la scottish del Grossetano (Toscana), a coreografia fissa. In Toscana viene chiamata sciòrtis e in Gallura scottis; la denominazione che questa danza ha assunto in Romagna è sòtis (si pronuncia con la esse dura) e sono sinora note le seguenti varianti, tutte a coreografia fissa: sòtis di Premilcuore, sòtis di Palazzuolo sul Senio, sòtis di Galeata, sòtis di Castel del Rio, sòtis di Valmaggiore. Esistono varianti siciliane e pugliesi, quest’ultima presente raccolta a Cisternino nell’Alto Salento dove viene chiamata, in dialetto, u scozjë.

Scottis a Geraci Siculo(PA)

Fonte: wikipedia.org

Clicca per votare l'esibizione
[Voti: 0 Media: 0]