Ballo della lavandaia

(o del fazzoletto)

La Lavanderina
La Lavanderina

Antico ballo pantomimico cantato di larga diffusione in Europa sin dal tardo Medioevo. Citato già come “branle des lavandères” dal Thoinot Arbeau nel sec. XV in Francia, questo tipo di danza doveva avere una larga diffusione in tutta la penisola, dove viene anche detto ballo della lavandera o ballo del fazzoletto. Esiste anche una diffusa trasformazione ludica come canto e gioco di bambini col nome di “La bella lavanderina“.

Le Mondine – La Lavanderina (Video Ufficiale)

Il progetto “LE MONDINE” nasce da un’idea della FONOLA DISCHI di Milano, una delle più antiche case discografiche ( fondata nel 1930) e la più importante per distribuzione in Italia, se non l’unica, di musica da ballo e della tradizione popolare italiana. L’idea è stata quella di affidare ad un trio vocale femminile l’interpretazione delle canzoni folkloristiche popolari italiane e della cultura contadina. Questo trio vocale è composto da: Letizia Borgaro, Barbara Leva e Giulia Zingales. Letizia ha una grande esperienza nel settore della musica da ballo perché per anni è stata la leader di un’orchestra da ballo, mentre Barbara e Giulia sono molto giovani ma vocalmente molto dotate ed in grado di offrire oltre all’immagine una qualità vocale non comune. Le mondine saranno in promozione con i loro Cd su tutti i principali network televisivi italiani , all’interno dei programmi musicali nazional popolari più conosciuti, proprio per poter trasmettere alla gente il calore delle tradizioni più antiche, e soprattutto per riproporre le canzoni che cantavano le mondine mentre erano al lavoro nei campi. Gli spettacoli in pubblico de “LE MONDINE” saranno distribuiti sia in Italia che all’estero dalla produzione carlopescatore.it (management artistico leader nel settore della musica da ballo e popolare italiana). Lo scopo di questo progetto è quello di far conoscere anche ai più giovani le canzoni che si cantavano nella cultura popolare contadina. Le mondine si sono esibite il 15 febbraio, in piazza colombo a SANREMO NEGLI EVENTI COLLATERALI DEL 61° FESTIVAL DELLA CANZONE ITALIANA, proponendo delle canzoni che hanno riscontrato un gran successo sulle numerose persone presenti sulla piazza.

TESTO

La bella lavandaia verso il fiume cantando va
scende dalla collina fresca nella mattina
porta le cesta piena quanti panni andrà a lavar
lunga è la giornata lunga un’eternità
il sole sta per tramontar
lavanderina torna al tuo casolar
quelle mani gonfie come fai
ti fanno male più che mai
di lontano pare la
il tuo villaggio nuovo che aspetta già
sulla porta mentre il giorno muor
soltanto un bacio con il tenero dolor
la bella lavandaia verso il fiume cantando va
quel canto si diffonde dal fiume sulle sponde
come una cantilena fino a sera ripeterà
sempre quel ritornello lungo un’eternità
il sole sta per tramontar
lavanderina torna al tuo casolar
quelle mani gonfie come fai
ti fanno male più che mai
di lontano pare la
il tuo villaggio nuovo che aspetta già
sulla porta mentre il giorno muor
soltanto un bacio con il tenero dolor
il sole sta per tramontar
lavanderina torna al tuo casolar
quelle mani gonfie come fai
ti fanno male più che mai
di lontano pare la
il tuo villaggio nuovo che aspetta già
sulla porta mentre il giorno muor
soltanto un bacio con il tenero dolor
sulla porta mentre il giorno muor
soltanto un bacio con il tenero dolor.

Clicca per votare l'esibizione
[Voti: 0 Media: 0]