E passe l’anne e passe

Coro Antonio di Jorio

Il Coro Antonio di Jorio Atri in “E passe l’anne e passe” (Ottaviano Giannangeli – Benedetto Bianchi). Musica popolare abruzzese.

TESTO

I ‘me recorde ancora la casette
quasce arragnate mpette alla muntagne:
sceve lu sole e tutte la campagne
se culereve d’ore là per là.

E passe l’anne e passe…
Gna facce a scurdarme de te?
Paese mé luntane, se te putesse arvedé!

Paee mé, famm’armenì,
alla casetta mé vojje murì…

Recorde na caiole alla finestre
addò canté na coppie de cardille,
recorde èlle vicine na franguille
che me facé stà l’ore a riguardà…

E passe l’anne e passe…
Me pese sta vite perché
è triste, è triste assaje
à stà luntane da te!

Paese mè, famm’armenì,
alla casetta mé vojje murì…

recorde mammarosse allu telare
che me deceve: – Fijje, tu mo pèrte,
chi sa se facce a tempe a revederte;
laste a ‘rmenì, ca nen me truove chiù…

E passe l’anne e passe…
Ma la vecchiarelle addò sta?
E’ ferme lu telare
e piagne mamme e tatà…
Paese mè, famm’armenì,
alla asetta mè vojje murì…

Clicca per votare l'esibizione
[Voti: 0 Media: 0]